La formazione continua in Regione Veneto – FSE+. Investire nella formazione di lavoratrici e lavoratori

Mar 20, 2024 | News

Sulla scia del 2023, anno europeo delle competenze, e con l’obiettivo di sostenere le persone e le organizzazioni nelle fasi di cambiamento derivanti dalle trasformazioni digitale e verde, la Regione Veneto ha emanato un nuovo avviso per finanziare attività di formazione continua per imprese, lavoratrici e lavoratori (compresi imprenditori e liberi professionisti) operanti nel territorio regionale.

Lo scopo è quello di favorire l’introduzione di soluzioni innovative nei prodotti, nei processi, nei servizi attraverso percorsi formativi rivolti al capitale umano delle imprese.

La DGR 231/2024 prevede uno stanziamento pari a € 15.000.000,00 per il finanziamento di piani formativi di formazione continua.

Sono ammissibili le imprese di ogni settore economico che operano nella Regione Veneto con almeno una sede operativa ad esclusione dei seguenti settori:

  • Sanità e socio assistenziale
  • Le imprese iscritte alla Sezione A della classificazione delle attività economiche – Ateco
  • Gli organismi di formazione accreditati e non;
  • I soggetti del settore turismo e cultura
  • Soggetti pubblici

Le attività devono rientrare in una delle due linee di finanziamento delle quali si riportano le principali caratteristiche:

Linea A

Progetti pluriaziendali volti all’introduzione o al miglioramento di prodotti/processi aziendali. Questa tipologia di piani formativi può prevedere uno stanziamento di spese FESR per un massimo del 30% per:

  • Acquisto, rinnovo od adeguamento di impianti e macchinari;
  • Canoni di leasing di beni come da punto precedente;
  • Mezzi mobili necessari alla realizzazione del progetto;
  • Spese tecniche di progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione degli impianti;
  • Acquisto di HW e SW specialistici (non ammessi acquisti di smartphon, tablet e laptop e nemmeno sistemi di office automation);
  • Acquisto di diritti di brevetto, licene e know-how;
  • Acquisto di banche dati, ricerche di mercato;
  • Spese per perizie tecniche.

Sono ammissibili anche borse di ricerca. In questa tipologia di progetti è prioritario il partenariato con un’università.

I progetti di questa linea hanno una durata massima di 12 mesi.

Linea B

Progetti mono o pluriaziendali attività il cui focus è sulle tematiche della digitalizzazione e della transizione verde.

I progetti di questa linea hanno una durata massima di 6 mesi.

Tutti coloro che sono interessati possono contattare e-work formazione per chiedere dettagli ed informazioni, e per sviluppare insieme ai nostri professionisti l’analisi dei fabbisogni connessa alle competenze da sviluppare e, se del caso, a come le spese in investimenti strutturali o per consulenze tecniche possono rientrare nelle linee di finanziamento. Per questo non esitate a contattarci alla mail: formazione@e-workspa.it.

Ultimi articoli