Formazione continua per le PMI. Contributo aggiuntivo di Fondimpresa.

Mar 18, 2024 | News

Le debolezze nell’occupabilità per determinati target permangono storicamente nel mercato del lavoro italiano. Anche in forti fasi espansive dell’occupazione.

L’aggiornamento e l’adeguamento delle competenze alle necessità produttive, alle novità organizzative ed ai nuovi modelli di processo aziendali, rappresentano un elemento costante per contrastare queste dinamiche che spesso non tengono conto del potenziale che queste lavoratrici e questi lavoratori rappresentano per nell’ambito del capitale umano aziendale.

Nell’ottica di incrementare processi di mantenimento e progressione occupazionale proprio per lavoratori e lavoratrici delle PMI, Fondimpresa ha emanato l’avviso 2/2024, che attraverso il meccanismo del contributo aggiuntivo, intende favorire la presentazione di piani formativi da parte di PMI dedicati espressamente all’adeguamento ed al miglioramento delle competenze di lavoratori e lavoratrici.

Il meccanismo del contributo aggiuntivo prevede che l’azienda partecipi al piano formativo con le risorse disponibili e “maturande” del proprio conto formazione di Fondimpresa, alle quali attraverso l’avviso è possibile aggiungere un “contributo aggiuntivo” pari a un intervallo compreso tra € 1.500,00 ed € 10.000,00 a seconda del valore del maturando dell’impresa partecipante.

I progetti, per essere ritenuti finanziabili devono avere le seguenti caratteristiche:

  • possono riguardare la formazione soltanto di lavoratrici e lavoratori di PMI, anche se posti in CIGS o CIG (per al massimo il 20% delle ore del piano).
  • devono prevedere obbligatoriamente almeno 12 ore di formazione che coinvolgano almeno 5 partecipanti
  • Possono prevedere qualsiasi argomento e durata, compresa la formazione obbligatoria per conformarsi alla normativa in tema di salute e sicurezza a patto che quest’ultima non superi il 20% delle ore di formazione dell’intero piano: in questo caso è obbligatorio che l’azienda presenti il piano con scelta del regime de minimis.
  • possono essere aziendali o pluriaziendali: in questo secondo caso tutte le azioni formative devono essere di tipo interaziendale, ed il piano non può coinvolgere più di 20 aziende.
  • Tutte le azioni formative devono prevedere la certificazione delle competenze

L’avviso è a sportello, con apertura della finestra di presentazione delle domande il prossimo 08/05/2024.

e-work formazione, è in grado di supportare ogni impresa interessata alla possibilità di partecipazione all’avviso, sia per verificare la compatibilità dell’avviso con i precedenti finanziamenti ottenuti, sia per l’attività di analisi dei fabbisogni, progettazione, gestione e rendicontazione delle attività.

Non esitate a contattarci per approfondire quanto riguarda questo avviso a formazione@e-workspa.it

Ultimi articoli

La formazione continua in Regione Veneto – FSE+. Investire nella formazione di lavoratrici e lavoratori

La formazione continua in Regione Veneto – FSE+. Investire nella formazione di lavoratrici e lavoratori

Sulla scia del 2023, anno europeo delle competenze, e con l’obiettivo di sostenere le persone e le organizzazioni nelle fasi di cambiamento derivanti dalle trasformazioni digitale e verde, la Regione Veneto ha emanato un nuovo avviso per finanziare attività di formazione continua per imprese, lavoratrici e lavoratori (compresi imprenditori e liberi professionisti) operanti nel territorio regionale.

leggi tutto